Visitare Londra in 4 giorni

Italiani a Londra

Prima volta a Londra.

Visitare Londra in 4 giorni consente di vedere gran parte dei musei, dei monumenti e delle street che sorgono nella famosa Londra zona 1-2.
Vi suggeriamo questo itinerario per la vostra Londra in 4 giorni, specificando che si è cercato di unire i luoghi più importanti del centro con qualche puntatina fuori Londra.

Primo giorno

Arrivati nel vostro aeroporto di destinazione (Gatwich, London city, Luton, Stansted, Heathrow), si consiglia di prendere l’autobus della National Express, che collega gli scali londinesi fuori città, con il centro, dove (presumiamo) avete prenotato la camera nel vostro hotel. Chairamente la National Express (abbastanza cara per i canoni italiani) può fermare vicino al vostro albergo o ostello di Londra scelto a dimora o più o meno lontano. In questo caso non scoraggiatevi: prendete in una qualsiasi fermata metro, una Londra underground map, e calcolate il vostro percorso. Considerando inoltre che il vostro soggiono a Londra dura 4 giorni e che spesso utilizzerete la metro, si consiglia, per risparmiare, di farsi rilasciare l’economica Londra Travel Cards.

Raggiunta la vostra sistemazione e sistemati i bagagli, il nostro consiglio è chiarire subito dove mangiare: se il vostro budget è limitato, il consiglio è di non ricorrere sempre al ristorante, ma cercate di coniugare ristorante, con pub, gastropub e perché no, supermercati Marks & Spencer, i quali sono aperti fino a tarda serata.

Westminster Palace e Big Ben

Per il primo giorno a Londra, considerando anche il tempo perso per raggiungere l’hotel e sistemarvi, il consiglio è di iniziare a visitare il centro. Portatevi, seguendo la vostra Londra Underground Map, nella zona di Westminster. Sulla sponda del Tamigi sorgono il Westminster Palace e il Big Ben, due tra i monumneti che più caratterizzano Londra. Il Westminster Palace è uno struttura imponente, con oltre 1200 stanze. Storicamente parlando il Westminster Palace è da sempre la sede della Camera dei Comuni e della Camera dei Lord, le cui sedute sono annunciate dalla presenza di una bandiera sulla Victoria Tower, torre del westminster in cui sono racchiuse tutte le leggi emanate dalla monarchia. Di fronte al Westminster Palace, sorge il Big Ben, la famosissima torre dell’orologio di Londra alta 96 metri e pesante qualcosa come 13 tonnellate.

Soho, Whitehall, Colonnadi Nelson

Per il pranzo spostatevi verso Leicester square, piazza centrale del quartiere Soho, famosa soprattutto per il suo ruolo cinematografico, visto e considerato che è sede di numerose prima internazionali. Per raggiungere Leicester square a piedi percorrete Parliament street, immettendovi poi nella WhiteHall e proseguendo così fino alla Colonna di Nelson, in stile corinzio e con alla sommità la statua dell’eroe nazionale ammiraglio Nelson. La colonna collega, , la piazza in cui è collocata, con la zona del Parlamento, verso cui sembrerebbe guardare la statua dell’ammiraglio. Superate la statua e entrate così in Leicester square, dove, per la scelta del ristorante non avete che l’imbarazzo della scelta: cinesi, italiani, graci, indiani, inglesi…

National Gallery

Nel pomeriggio, il consiglio è quello di visitare la vicina Galleria Nazionale, forte delle sue oltre 200 opere realizzate tra il 1200 e il 1900. Come in tutti i musei inglesi, l’ingresso è gratuito, fatta salva la possibilità comunque di lasciare una donazione e eccezion fatta per la presenza di particolari mostre. L’orario di apertura molto lungo (fino alle 18,00) consente una visita tranquilla alle 4 gallerie che compongono la National Gallery: Sainsburry wing, West wing, North Wing, East wing. Negli immensi corridoi della National Gallery si trovano tele di Piero della Francesca, Tiziano, Veronese, Michelangelo, Monet, Cezanne, Renoir…praticamente il gotha dell’arte europea di ogni epoca.

Visita a Soho

Usciti da questa superba galleria artistica, proseguite, attraversando Orange street, nel cuore del quartiere Soho: la Chinatown, tra negozi e bancarelle di ogni tipi, è possibile concludere buoni afffari o semplicemente divertirsi, incontrando persone che solo a Londra si possono trovare.

Per la sera, il consiglio è di andare in uno dei tanti gastropub: carne con salse inglesi e birra rigorosamente alla spina, sono la giusta terapia per poi immergersi in uno dei tanti locali in cui si può trovare ottima musica dal vivo con band che suonano in jam session. Se siete lontani dal vostro albergo e dovete usare la metro, la raccomandazione poi è di non fare troopo tardi, perché a Londra l’ultima corsa è alle 00,30.

secondo giorno

Greenwich

Per il secondo giorno a Londra, il nostro consiglio è una toccata a Greenwich, piccolo centro vicino Londra famosa in tutto il mondo poiché da esso passa il Meridiano 0, quello da cui tutto ha origine. Per arrivare a Greenwith sono possibili varie strade. Si può raggiungere in metro Westminster, scendendendo all’omonima fermata. Da qui, sulla riva del Tamigi, in corrispondenza del West minster bridge, partono sistematicamente battelli diretti appunto al villaggio alle porte di Londra. Duarante il viaggio fluviale è possibile godere di un ottimo panorama: tutti i monumenti di Londra, tutti i musei di Londra, tutte le torri di Londra, in un colpo solo. Altra possibilità è quella di raggiungere il famoso paesino con la linea DLR (Docklands Light Railway), la metro di superficie che collega Londra a Dockland. In questo caso sarà necessario raggiungere con la metro la fermata Bank e da qui prendere il trenino. Ancora Greenwith e il suo celebre osservatorio possono essere raggiunti in treno: Cannon Street, London Bridge, Charing Cross Stations sono le stazioni di partenza per il sobborgo. Infine, se si vogliono utilizzare i bus, le linea che collegano Londra a Greenwich sono la 108 e la 188.

Una volta arrivati a Greenwith, il consiglio è quello di non limitarsi al celebre Osservatorio, inaugurato nel 1675 tra i boschi di questo villaggio che sorge sulla riva del Tamigi. Cominciate la mattina con un giro nel caratteristico borgo: casette basse, viuzze, mercatini (se visitate Greenwich il sabato e la doemnica ci sono i mercatini vintange) tutto decisamente molto semplice e pittoresco. La visuale è spettacolare e l’ospitalità decisamente british. Sempre nel paese c’è poi la possibilità di vistare anche il Cutty Surk, arcinoto veliero che collegava l’Inghilterra con le Indie nell’epoca coloniale. Nel pomeriggio, dopo aver pranzato in uno dei tanti caretterstici ristoranti del borgo, con il bus andate verso il Royal Observatory. L’itinerario nell’osservatorio dura circa due ore ed è completamente gratuito: tra telescopi potenti e schede di esperimenti, un permercoso spettacolare per tutti. Per il ritorno, riutilizzate il bus fino al borgo e poi riprendete la linea DLR fino al Westminster Bridge.

London Eye

Arrivate in questo modo giusto in tempo per un giro sulla London Eye, la torre panoramica che consente di gaurdare Londra dall’alto. Una puntata ad una dei tanti pub della zona prima di riprendere la metro è quantomeno consigliata. (a voler essere chiari se c’è una cosa nella vostra giornata a Londra che non deve mancare…quella è il pub).

Terzo giorno

Il cambio della guardia a Buckingam Palace e Green Park

Nel terzo giorno a Londra, si potrebbe tranquillamente approfittare della disponibilità di metà mattino per assistere ad uno degli eventi che più caratterizzano la Londra web e la Londra da cartolina: il cambio della guardia a Buckinghan Palace. Per raggiungere il celebre The Palace, residenza della famiglia reale inglese utilizzate la metro e consultando la vostra Londra Underground Map, scendete alla fermata Green Park, sul celebre viale The Mall. Il Green è un’immensa area verde, chairamente attraversabile, con spazi attrezzati. Attraversatelo e portatevi davanti al The Palace. Se riuscite ad arrivare entro le 11,30 potete facilmente assistere alla prestigiosa cerimonia del cambio della guardia. Il consiglio che danno i turisti in viaggio a Londra che si sono cimentati nell’impresa di aspettare il tanto atteso momento del cambio è quello di non addossarsi al cancello principale ma a quelli secondari e soprattutto di essere in posizione almeno un’ora prima del cambio…altrimenti il rischio è di trovarsi dietro ad un muro di curiosi più mattinieri di voi. A prescindere del cambio della guardia Buckinghan Palace, merita tutti i vostri occhi: edificio spettacolare, immerso nel verde, con all’interno un vero e prorio tesoro costituito da tele, tessuti, gioielli, oltre a spazi esterni come le famose Scuderie Reali. L’ingresso è consentito solo nel periodo estivo. Se quindi il vostro soggiorno a Londra non fosse nei mesi di agosto e settembre…dovrete accontentarvi di guardare Buckinghan Palace da fuori.

Piccadilly, Harrods, Hyde Park,

Per pranzare si consiglia di rientrare in Green Park, dirigendosi poi verso la zona di Piccadilly, una buona base di partenza per il pomeriggio londinese. Da Piccadilly infatti potete facilmente raggiungere i famosi grandi magazzini Harrods a Brompton Road. I tempi della visita ad Harrods sono a vostra discrezione e soprattutto al grado di importanza che lo shopping ha per voi. Molti dicono che ad Harrods si passono giornate intere. Se volete vedere altro, vi consigliamo di immettervi nel rilassante e immenso parco Hyde Park: tutto verde, attrezzato, con il famoso laghetto detto The Serpentine, sulla cui riva vengono addirittura noleggiati pedalò e sdraio. Da Hyde Park, cìè poi la possibilità di procedere verso l’uscita di destra che conduce a Kensigton Palace, antica residenza reale inglese, dall’ingresso Marble Arch oppure di proseguire verso sinistra, direzione Oxford Street, per reimmergersi nello shopping. Due chilometri di fashion e moda per tutti i gusti tra Oxford street, Regent street e Bond street. Per la vostra serata, con la metro raggiungete il Tower Bridge, scendendo alla fermata Tower hill o London Bridge.

Passeggiata sul Tamigi, Saint Paul Chatedral, Tower Bridge

Da questo ponte, dichiarato assieme alla vicina e imponenteTower of London patrimonio dell’UNESCO, si può iniziare una lunga passaggiata sulla riva del Tamigi fino alla St paul’s Chatedral, che si può vedere dall’altro famoso ponte londinese: il Millenium Bridge. Lungo il percorso non mancano locali di ogni genere, cui fermarsi durante la vostra passeggiata. Senza dubbio un’esperienza molto romatica, non fosse altro che per le impressioni che il Tower Bidge, il ponte apribile di Londra, è in grado di creare nella sua versione by night.

Quarto giorno

Museo delle cere di Madame Tussaud

Per il quarto giorno a Londra, portatevi con la metro alla fermata Lambert North su Marylebone road, da dove si rarggiunge il celebre Museo delle Cere di Madame Tussaud: qui sono esposte statue di cera di attori e cantanti dei nostri giorni, nella Garden Party, la prima sala provenendo dall’ingresso e poi, andando a ritroso nella struttura, cere di personaggi storici che hanno fanno la stroria dell’Inghilterra Imperiale.

British Museum

Dal Museo delle Cere, un vero e prorio biglietto da vista di Londra ( e ciò spiega anche il costo alto del biglietto di ingresso), portatevi poi in Regent park, oltro verdissimo parco di Londra, posto proprio alle spalle del Museo delle Cere. Non attraversatelo, ma continuate a muovervi in parallelo a Marylebone road fino a svoltare in Gower street, sede del British Museum. L’ingresso in questa magnifica struttura è gratuito, con donazione. (ad eccezione delle aree in cui siano mostre specifiche). I tempi di attesa un po’ lunghi, anche perché il museo è struttura veramente immensa che, nelle varie ale e sale, raggruppa reperti egizi, romami, grci, arabi, assiri, asiatici, oltre a testimonianze di civiltà poco conosciute coem quelle africane, oceaniche e amerinde. Nei 13 milioni di oggetti catalogati nel British Museum di Londra c’è praticamente tutta la storia dell’uomo.

Coven Garden

Nel pomeriggio (inoltrato) poi, potete spostarvi verso la vicina Covent Garden, piazza piena di bancarelle, mercatini e artisti di starda. Passeggiando tra gente proveniete da ogni parte del mondo, è possibile concludere buoni affari. Potreste così ad esempio scegliere Covent garden come luogo per compare i vostri souvenire.

Altra street dove si possono concludere buoni affari è Carnaby street (nel vicino quartire Soho), strada un po’ caduta di moda ma dall’inconfondibile fascino libertino.

Hai già trovato la tua sistemazione ideale? Dai un'occhiata anche alle offerte di:

Hotel a Londra


proposti dai maggiori portali del settore. PS: non siamo in alcun modo collegati alle offerte, nè a chi li propone
Ci limitiamo a cercare le offerte in rete e ad organizzarvele in un pratico elenco; stà a voi sceglierle e soprattutto verificarne l'attendibilità.
Non possiamo garantire che i dati siano corretti o aggiornati, questo sito è scritto da appassionati non professionisti e viene aggiornato saltuariamente.